Fatima Na’ut, Un fiore sulla mano di una donna

Ogni volta che muore un uomo
sboccia un fiore
sulla mano di una donna.
La tua assenza
giunge sempre a testa bassa
vaga come al solito per le stanze
prima di chiedere la cena e il caffè
si accerta che i piccoli siano dentro di me
e il perdono
dietro le mie orecchie
poi si affaccia al balcone
e caccia gli angeli che si sono accalcati dietro le finestre
ogni volta
solleva il soffitto di qualche centimetro
e non fa nulla.
Ho forse detto che viene a testa bassa?
Forse ho esagerato un po’
la tua assenza non viene
è qui.
Il tuo corpo è stato consumato dalle donne.
Il mio corpo
È stato consumato dalla ruggine.

Fatima Na’ut

Annunci