Lucien Blaga, Turbamento

LUCIEN BLAGA (Lancram, Romania, 1895 – Cluj, Romania, 1961)

TURBAMENTO

S’è chiuso il prato nel sonno. Dalle sue ciglia di giunchi
colgo barbagli di lacrime:
lucciole.

Sul greppo in viluppi di nubi
cresce la luna.

Mani autunnali protende verso di te la mia notte
e dalla spuma verzicante delle lucciole
ti aduno in cuore il sorriso.
Grappolo diaccio è la tua bocca.

Solo l’orlo sottile della luna
sarebbe così gelido
– se potessi baciarlo –
come le tue labbra.

Mi sei vicina.

Sento nella notte un palpito di palpebre.

Annunci